martedì 10 gennaio 2017

I sotterranei del Castello di Otranto - un viaggio lungo secoli (Otranto parte II)

La mostra su Guttuso è straordinaria e impietosamente edificante, sicché il Salento Experience Team Scout (prrrr!) decide di tuffarsi dalle stelle dell'arte, alle profondità oscure e umide delle gallerie sotterranee che si attorcigliano nelle viscere del Castello di OTRANTO

Ora, tenete presente che il SETS non è una gran compagnia: siamo io (Alessandra), che interpreto l'infante curiosa, che si perde nel labirintico budello aragonese, continuamente richiamata dalla guida; e c'è Paola, che subisce pressioni schiaviste (da me) per scattare foto decenti (al buio) per il vostro uso e consumo.

Insomma, indossiamo i caschi. Ci sentiamo figlie spirituali dell'altissimo Roberto Giacobbo, ci sentiamo pronte!

il caschetto mi ha fomentato tantissimo
Paola cerca di spiegarmi che non potrà fare foto al buio
Caschetto sulla cucuzza, scendiamo le scale, attenti a non incespicare.



dal foro inferiore i nostri indomiti soldati otrantini puntavano gli archibugi, dal foro superiore puntavano...tenendo conto dell'errore di parallasse, obviously

per ovvi motivi possiamo mostrarvi solo le parti più luminose del tour e non già quelle in cui il rischio di spezzarsi le cornazze è alto.


Per due volte il giro è interrotto da momenti narrativi davvero belli. Troviamo in due sale le "apparizioni" di due fantasmi del passato che, con maestria, ci raccontano storie sul castello e sulla città di Otranto, con le sue romantiche leggende.


Questo buco nel soffitto era l'antica bocca di una cisterna usata per conservare al fresco cibi e bevande. Nei periodi di guerra veniva utilizzato per calarsi dall'alto e arrivare più velocemente alle postazioni di combattimento sotterranee.


Be', nei sotterranei è veramente buio, com'è giusto che sia, quindi... non pretendete altre foto. Scout Paola ha fatto del suo meglio. Spero di avervi fatto venire voglia di andare a spiare il budello aragonese.

Il giro ci è piaciuto molto e per i miei gusti è finito troppo in fretta. Così, mentre cerco di sgattaiolare e infilarmi ancora clandestinamente nei cunicoli...vengo riportata alla realtà da Paola, che mi minaccia di sguinzagliarmi dietro la guida.

Capisco che è giunto il momento di curiosare tra i piani alti del castello e mi arrendo a questa inevitabile novità.

questa sono io che mi arrendo e abbandono l'idea di imbucarmi da sola nei sotterranei

E va bene, si sale in terrazza... e poi da lì c'è una vista mozzafiato!
Godetevela.














 E ora, per chiudere, qualche scatto della magnifica città






Per vedere, scaricare, stampare e stropicciare i nostri itinerari gratuiti, andate a spulciare il nostro SITO, pieno di notizie utili sul Salento!


Passo e chiudo per ora. #statteTUNED